Problema

Bleindoor nasce come sistema di localizzazione per il tracciamento delle apparecchiature elettromedicali mobili: la spesa annuale sostenuta da una struttura sanitaria nella gestione di questo tipo di strumentazione è generalmente superiore a ciò che è realmente necessario. Il personale ospedaliero che prende in carico un’apparecchiatura elettromedicale mobile spesso dimentica dove è stata utilizzata; a causa di ciò un numero più o meno elevato delle apparecchiature movimentate si “perde” all’interno dell’area sanitaria.

Soluzione

Bleindoor localizza in tempo reale la posizione delle apparecchiature mobili e tiene traccia di tutti gli spostamenti degli oggetti monitorati.
Bleindoor fornisce molte altre informazioni utili per un vero controllo di gestione sugli elettromedicali mobili o su ogni altro asset che si desidera monitorare.

Le informazioni principali sono di posizionamento e di spostamento, con la segnalazione qualora l’asset esca dalla zona assegnata, ma possono essere anche di vario altro tipo qualora desiderato. Ad esempio basta dotare il tag posto sull’asset di un accelerometro e Bleindoor è in grado di rilevare eventuali cadute accidentali.
Da non dimenticare il modulo a basso costo “asset statici” che permette di estendere Bleindoor a tutti gli asset ai quali viene apposta una semplice etichetta Qr Code.

Vantaggi

Un sistema di localizzazione in tempo reale garantisce:

  • aumento dell’accessibilità agli asset che sono pronti all’uso;
  • riduzione dell’incidenza di oggetti smarriti, nascosti o sottratti;
  • maggiore aspettativa di vista degli asset grazie all’ausilio in merito alla manutenzione preventiva.

Ciò si traduce in una maggiore disponibilità che, mediamente, si attesta sul 12%.

Significa che se un ospedale ha 100 asset e ne utilizza mediamente il 70%, vuol dire che la sua reale necessità è di 70 asset.
Con Bleindoor la percentuale di utilizzo medio sale a 82% per cui, per garantire sempre le 70 unità funzionali alla corretta erogazione dei servizi, si rendono necessarie 85 unità e di conseguenza ben 15 asset in più su 100 saranno subito disponibili e questo è un valore economico perfettamente misurabile in quanto si riduce la quantità di denaro necessaria per la sostituzione o il riacquisto di nuovi strumenti.

Per quanto riguarda l’attrezzatura noleggiata o resa disponibile da gestori esterni, avere il controllo su di essa garantisce vantaggi equivalenti. Questo perché si noleggia più attrezzatura del necessario facendo sì che spesso gli asset restino lì inutilizzati o magari vengano confusi con quelli di proprietà della struttura che vengono erroneamente restituiti al fornitore ecc. Avere una maggiore disponibilità reale delle attrezzature si tramuta anche in questo caso in un vantaggio economico diretto.

Riportiamo i seguenti dati frutto di studi universitari: gli infermieri spendono tra i 30 e i 90 minuti a settimana a ricercare le strumentazioni necessarie, i membri dello staff spendono 3 ore e gli ingegneri biomedici ne spendono 5.
In un anno, in una struttura con 1000 infermieri, 20 operatori di staff e 5 ingegneri biomedici vengono risparmiati rispettivamente 2166 giorni, 130 giorni e 10,8 giorni.

Tutto questo tempo risparmiato impatta fortemente sulla qualità del servizio offerto, oltre che sulla qualità del loro stesso lavoro.
Se volessimo indicare comunque un beneficio monetario diretto, questo può essere trovato nella minore necessità di assumere nuovo personale.

La maggiore disponibilità immediata delle strumentazioni che servono nel momento in cui servono, offre la possibilità di servire più pazienti. Ciò si trasforma in minori attese, minori stress, minori disservizi. Anche in questo caso ciò si traduce in un miglioramento qualitativo.

La tempestività di cura è una delle cose più importanti per il successo della cura stessa.
Ciò è vero tutti i giorni, ma lo è ancora di più nel caso di quelle emergenze in cui la domanda di cure è ben più grande dell’effettiva capacità di offrirle.
Parliamo di terremoti, calamità naturali varie, attentati e altre situazioni certamente non desiderabili, ma che comunque vanno previste.
In questi casi l’organizzazione e il coordinamento sono fondamentali per salvare il maggior numero di vite possibile.
In questo contesto Bleindoor può dare un grande aiuto fornendo la fotografia delle strumentazioni disponibili e quindi uno spaccato di quella che è la capacità di cura della propria struttura.
Bleindoor garantisce rapidità ed efficacia nel reperimento immediato di ciò che serve, quando serve e dove serve.

Bleindoor è perfettamente integrabile con la maggior parte dei software adibiti alla gestione degli elettromedicali.

Durante il normale uso del gestionale, sarà possibile richiamare in ogni momento la posizione dell’oggetto desiderato oltre che tutti i valori storici relativi all’uso e agli spostamenti. Potranno essere impostati allarmi in caso di fuoriuscita dell’oggetto dalle aree autorizzate e ricevere molte altre informazioni.

Il nostro centro di ricerca e sviluppo lavora continuamente per il miglioramento della soluzione. Investiamo sia in aspetti tecnologici, sia in aspetti applicativi e funzionali, adattando sempre in ambiente operativo ciò che concepiamo in laboratorio.

I consolidati rapporti con alcune strutture universitarie ci hanno aiutato nei nostri percorsi di crescita completando gli investimenti della ricerca privata.

Ci auguriamo di ampliare sempre di più il numero di collaborazioni, così da poter contare su partner con i quali sviluppare altre nostre idee innovative.

Bleindoor ha applicazioni trasversali ed è scalabile con una semplicità estrema.
Una volta realizzata l’infrastruttura, basta dotare l’oggetto o la persona del tag appropriato per poi raggiungere risultati immediati come:

  • monitorare accessi;
  • monitorare condizioni ambientali;
  • ricevere informazioni su pazienti affetti da particolari patologie;
  • gestire piani di evacuazione;
  • offrire ai visitatori una mappa di navigazione verso il luogo desiderato;
  • e molto altro ancora.